Chanel

22 GENNAIO 2013PARIGI
Con Tim Blanks
Karl Lagerfeld non si può muovere le montagneappena ancora. Oggi, si è dovuto accontentare di una foresta semplice, spedito nell’albero Grand Palais di albero. I suoi ospiti vagava per i boschi fino a quando non è capitato su un anfiteatro classico. “neo -classica “, Karl chiarito. Sognava di casa Weimar, centro silvestre del romanticismo tedesco alla fine del secolo XVIII, a Goethe e Schiller. Gli intenditori di sincronicità potrebbe apprezzare il fatto che uno dei Schiller più noti giochi era Maria Stuarda. Lei è stata l’ispirazione per la pre-caduta Lagerfeld spettacolo messo in scena per Chanel a Edimburgo il mese scorso. Solo il mese scorso?Che cosa è questo uomo fatto di essere in grado di voltarsi e produrre un altro, la raccolta ben distinte di uguale ricchezza e complessità? Il concetto di diffusione se stessi troppo sottile è chiaramente estraneo al Lagerfeld come la nozione di ottenere un unico, solitario chilo. “Mi sento sempre che posso fare meglio”, ha detto dopo lo spettacolo. “Nel momento in cui si pensa di fatto, si dovrebbe smettere.” E meglio ha fatto questa volta, forse anche il migliore, in un po ‘almeno. La storia d’amore di Weimar infuso una collezione couture la cui sostanza era scintillio e lucentezza. I tweed giorno scintillavano, la sera sembra fosse un inno al paillettes. La silhouette è stata determinata da un Lagerfeld funzionalità denominata “spalle del telaio.”A volte sembrava articolato, quasi come una corazza. Altre volte erano fichu-like. Sono stati destinati, il progettista ha spiegato, per evidenziare il collo, passando cigno dalle spalle, come “la cosa scissione al Secondo Impero.” Quando ha inserito un piano in bianco o argento luminoso nelle spalle del telaio, Lagerfeld si è messo un riflettore couture. “Shine è bello per l’estate”, ha detto. “Si accende il viso.”Weimar è stato anche il luogo di nascita del Bauhaus, e c’era qualcosa di rigore che movimento di design in lunghe colonne sera magra. Tutto ciò che sembrava una stampa era in realtà ricami-le ore-uomo coinvolte in tali prodezze tecniche chiaramente coinvolti rigori di un altro tipo. Bello come la collezione fu-e termina come ha fatto con due spose, poke del designer al matrimonio gay polemica attualmente torbido France-la sua caratteristica più evidente è stato il suo umore malinconico. Questo non era tanto una per i Karlettes, cricca Lagerfeld di giovani fan di sesso femminile. ” Art de vivre, non gioia di vivere, “Lagerfeld d’accordo. Capelli e trucco caratterizzato effetti piume, come se i modelli erano uccelli nei boschi, ma una qualità di Miss Havisham insinuato verso la fine, come le piume si stabilirono sulle spalle e la trascinò dietro abiti. “Non c’è niente di più elegante di un certo tipo di malinconia,” Lagerfeld rifletté. E sicuramente non c’è nulla che induce malinconia come la caducità della bellezza. Non che Karl avrebbe mai concedersi un momento per riflettere sulle cose-o simili anche per assaporare il suo trionfo. No, lui era fuori al atelier, dove avrebbe trascorso il pomeriggio di montare il suo prossimo ready-to-wear collection.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s