Dries Van Noten

26 SETTEMBRE 2012PARIGI
Con Tim Blanks
Una delle immagini più indelebili grunge è Kurt Cobain in un abito floreale thrashing paroxysmally alla sua chitarra. In superficie, è incongruo che una tale visione dovrebbe insinuarsi nelle squisita collezione Dries Van Noten ha dimostrato oggi, ma lo spettro di Cobain effettivamente servito come un utile promemoria che Van Noten è diventato un designer da cui ci si può aspettare l’associazione inaspettato. Egli è un maestro di nulla mai essere ciò che sembra, e la sua nuova collezione facilmente classificato proprio lì con gli altri suoi capolavori. E ‘stato sicuramente indagine più seducente Van Noten della dinamica maschile / femminile che è al centro della sua estetica. Ecco, questa dinamica è stato completamente integrato con gli altri problemi di progettazione:. Suo impianto con stampe e il suo fascino con il panno e il taglio di haute couture C’è stato un chiaro filo conduttore per la collezione uomo Van Noten ha mostrato nel mese di giugno, in cui camo tipicamente maschile è stato riconfigurato in pizzo quintessenza femminile e shantung. Qui, ha preso plaid, un altro modello la cui associazione è per lo più maschile, e rielaborato in taffettà, organza, mussola, e lamé. Il primo allestimento di cui il piano di gioco: camicia da lavoro plaid (organza), dell’uomo singoletto (crepe), organza-backed gonna generosamente in crosta di fiori, e checker-print tacchi a spillo (anche se Van Noten bocciato le ispirazioni letterale, ha fatto riconoscere che la le scarpe erano un po ‘Courtney Love). Paul Hanlon fornito un abile centro-parte con un paio di centimetri di ricrescita grungy, Peter Philips ha creato un look di fronte con le labbra perfettamente truccata di una signora che pranzi (i contributi impercettibili, ma significativi di questi collaboratori sono purtroppo fin troppo facile si affacciano nei dieci o giù di lì rinfusa minuti di una sfilata di moda). Ecco l’aveva:. Couture grunge era più semplice, più bella in un maglione oversize grigio (cashmere), a strati con una camicia a quadri (organza, ancora una volta) sciolti su stampe floreali pantaloni (mousseline) più corti (non riuscivo a vedere) . E ‘stato più complesso quando couture-friendly sagome, come sottolineato anche su giacche, schienali sacco, pepli, o maniche grembiule, sono stati agitati nel mix con plaid contrastanti o floreali sbiaditi, questi ultimi assorbita dai vestiti delle donne nel Lucian Freud retrospettiva che Van Noten aveva visto e amato a Londra. Un slipdress floreale rivolto a rivelare un plaid schiena, che sembrava una distillazione semplice del ragazzo / ragazza cosa. E quei fiori erano troppo importante, perché erano tutti serigrafato. Dries voltato le spalle al mondo digitale, per questa stagione, almeno, a favore delle imbarcazioni pura della mano umana. Sostenere il tutto è stato una colonna sonora che le canzoni ragazza trasformò (Amy “Back to Black,” Kylie “non possono Get You Out of My Head “di Karen” Superstar “) in guitar-driven gemito maschile, sottolineando l’idea che, se nulla è ciò che sembra, è altrettanto vero che nulla bisogno di essere ciò che sembra. Sempre più fiducioso nelle proprie idiosincrasie, Dries va oltre Out There con il passare del tempo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s