Alexander McQueen

2 OTTOBRE 2012 PARIGI
Con Tim Blanks
Tutto ciò che riguarda le api è stato una fonte di ispirazione senza fine gratificante per Sarah Burton il nuovo Alexander McQueen collezione. Dimenticate l’ovvio-ha, dopo tutto, si dimostrò l’ape McQueen con una serie spettacolare di colpi di moda Buzzy.Invece, pensare a una base di miele tavolozza di colori, più le possibilità di patterning di pettine, più il brivido della puntura d’ape, più il fatto saliente che Burton è una donna incinta. Tutto ciò equivale a una raccolta come concettuale e preciso come qualsiasi cosa, da periodo di massimo splendore Lee McQueen, ma con un aggiunto e dispari-intimità. A dire il vero, si sentiva un po ‘matto. Le modelle teste erano coperte di malizia apicoltori modernisti veli. I vestiti che indossavano un motivo a nido d’ape rifratta attraverso una vespa a vita dozzina di forme, rilegati, haltered, e imbrigliato in un guscio di tartaruga che riusciva anche potuto essere un ricco, dolce caramella mou. L’iper-esagerata silhouette femminile è stato derivato dalle pin up di Alberto Vargas.”Celebrativo”, ha detto Burton. “Torna alla femminilità dopo proporzioni esagerate della scorsa stagione.”L’erotismo è una pietra di paragone: un reggiseno sfacciato qui, un corpo in resina tartaruga lì. Il drappo sinuoso di un abito rosso su un bustier a nido d’ape sarebbe bastato a sollevare Vargas si dai morti. Ma che cosa avrebbe fatto di abiti, come strutturato come un abito Tudor? O un completo gonna stravaganza giallo che sembrava come se fosse stato progettato per stimolare le api da qui all’eternità? E ‘stato ancora più spettacolare in rosso. In realtà, in modo saccarina che lo spettacolo non poteva che chiudere con le Archies ‘”Sugar, Sugar.” E questo era il pungiglione-dolcezza che soffocare un diabetico.Come il suo mentore, Burton usato una sfilata di moda, come la possibilità di registrare una dichiarazione di intenti. Ci fu una vera e propria coerenza alla sua nuova collezione, grazie, Buzzy, ma sarà interessante vedere come si traduce in qualcosa di più accessibile. La sua è una grande storia. Tutti dovrebbero sentire.

 

 

Fonte: http://www.style.com

One thought on “Alexander McQueen

  1. Pingback: Alexander McQueen PRIMAVERA 2013 READY-TO-WEAR | AndròEngynous

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s